SUPERBONUS – Demolizione e ricostruzione

SUPERBONUS - Demolizione e ricostruzione

SUPERBONUS – Demolizione e ricostruzione. Seasolar offre un servizio completo di consulenza sulle agevolazioni fiscali e gli incentivi alle imprese per investimenti in beni strumentali compresi gli impianti fotovoltaici “chiavi in mano”, per la riqualificazione funzionale, energetica ed estetica degli edifici attraverso lo smaltimento dell’amianto, la realizzazione di nuove coperture coibentate, facciate e interventi di efficienza energetica.

Si può utilizzare il superbonus del 110% anche per demolire e ricostruire un edificio che non costituisce abitazione principale.

Questa, in sintesi, la risposta data dall’Agenzia delle entrate al quesito di un contribuente, che ha acquistato un edificio unifamiliare degli anni ’50 con l’intenzione di trasferirvi la residenza dopo i lavori di demolizione-ricostruzione.

Grazie a questi ultimi, si legge nel documento delle Entrate, il nuovo edificio avrà una diversa sagoma rispetto al precedente, con una volumetria leggermente diminuita e un miglioramento di più di due classi sia per la prestazione energetica sia per il rischio sismico.

L’Agenzia, si legge poi nella risposta, “ritiene che sia possibile fruire del Superbonus per interventi di demolizione e ricostruzione dell’edificio a prescindere dalla condizione che lo stesso venga adibito ad abitazione principale, atteso che tale condizione […] non è più richiesta ai fini del Superbonus”.

Poi l’Agenzia chiarisce alcuni aspetti che riguardano i limiti di spesa.

Difatti, “nel caso in cui sul medesimo immobile siano effettuati più interventi agevolabili ammessi al Superbonus, come nel caso dell’Istante che intende effettuare sia interventi di efficienza energetica che di riduzione del rischio sismico, il limite massimo di spesa detraibile sarà costituito dalla somma degli importi previsti per ciascuno degli interventi realizzati, a condizione che siano distintamente contabilizzate le spese riferite a ciascuno degli interventi stessi”.

Pertanto, “nel caso in cui vengano eseguiti sul medesimo immobile sia interventi di recupero del patrimonio edilizio sia interventi antisismici, il limite massimo di spesa ammesso alla detrazione è pari a 96.000 euro. Va peraltro precisato che anche per gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche vale il principio secondo cui l’intervento di categoria superiore assorbe quelli di categoria inferiore ad esso collegati o correlati. Pertanto, il Superbonus si applica, ad esempio, nel limite complessivo di spesa previsto (nel caso di specie 96.000 euro), anche alle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria necessarie al completamento dell’intervento di demolizione e ricostruzione oggetto dell’istanza”.

Fonte: qualenergia.it

Links

Agenzia delle Entrate – Superbonus 110%
 
MISE – Superbonus 110% – Decreti attuativi
 
MIT: Sisma Bonus – Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni nonché le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati
 
ENEA – DIPARTIMENTO UNITÀ PER L’EFFICIENZA ENERGETICA

Downloads

ENEA FAQ SUPERBONUS – OTTOBRE 2020
 
Agenzia delle Entrate: Circolare n. 24 del 8 agosto 2020
 
Agenzia delle Entrate: Provv. artt. 119-121 DL Rilancio 08.08.2020
 
Agenzia delle Entrate: Guida_Superbonus 110%
 
MISE: Decreto Asseverazioni
 
MISE: Decreto Requisiti
 
Legge 17 luglio 2020 N.77

    Contact

    Leave a Reply

    %d bloggers like this: