FER1 Aree agricole


 
“Il divieto di accesso agli incentivi statali per impianti con moduli collocati a terra in aree agricole, si applica anche agli impianti fisicamente realizzati a terra su discariche e lotti di discarica chiusi e ripristinati, cave non suscettibili di ulteriore sfruttamento estrattivo, nonché su aree bonificate, qualora a valle del ripristino, del recupero ambientale e/o della bonifica le stesse risultino classificate come agricole.”

Il chiarimento arriva dal Gse, che ha risposto a una richiesta di Italia Solare, citando il Paragrafo “3.1.7 Impianti fotovoltaici con moduli collocati a terra” del Regolamento Operativo per l’accesso agli incentivi del DM 4 luglio 2019, il Fer 1, e le disposizioni di cui all’art.65 del DL 1/2012, convertito con Legge 27/2012.

Si conferma insomma la validità di una regola che ha di fatto impedito di realizzare una delle finalità che il decreto sembrava porsi, cioè recuperare cave abbandonate e altri siti ambientalmente compromessi, permettendo loro di ospitare impianti a rinnovabili.

I risultati della prima procedura (aste e registri) del decreto Fer avevano messo chiaramente in luce i limiti della norma: zero ammessi e zero domande da impianti su ex-cave o discariche (e un solo fotovoltaico su area industriale, su 2 richieste, entrato in posizione utile all’asta).

La priorità nell’accesso ad aste e registri agli impianti costruiti nelle cave dismesse e nelle ex discariche di fatto è sfruttabile solo in casi rarissimi, a causa del citato divieto di realizzare impianti incentivati a terra su aree agricole.

La stragrande maggioranza delle cave, infatti, sono ubicate in terreni che hanno ancora la destinazione urbanistica agricola. L’attività estrattiva, essendo compatibile – non assimilata – con la destinazione agricola di un terreno è quasi sempre effettuata su questi terreni, meno pregiati di quelli edificabili, mentre le cave su terreni industriali difficilmente restano abbandonate e alla fine del loro periodo di utilizzo e a valle del loro recupero tornano alla categoria catastale di origine, che spesso è quella agricola, impedendo di fatto l’uso virtuoso a scopi energetici di tali aree.

Fonte: GSE

Links

GSE: D.M. 04/07/2019 Meccanismi di incentivazione per impianti a fonti rinnovabili compresi i fotovoltaici

Downloads

DM FER 2019 Regolamento Operativo Iscrizione Registri e Aste (2019-08-23)
 
DM 4 luglio 2019 – Incentivazione dell’energia elettrica prodotta dagli impianti

Contatto

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: